L’arrivo della bella stagione e l’estate alle porte fanno venire voglia di vestiti leggeri e pelle abbronzata.

Se la vacanza al mare sembra, purtroppo, un miraggio, esiste una soluzione per avere comunque una abbronzatura dorata senza passare delle ore sotto il sole.

La soluzione è l’autoabbronzante. Nel corso degli anni questo prodotto, che molte ancora temono, ha subito un’evoluzione. Bastano poche semplici regole da seguire per evitare la pelle macchiata e arancione:

Scegliere un prodotto di buona qualità e adatto alla vostra pelle

In commercio esistono diversi tipi di autoabbronzanti e questo può creare un po’ di confusione.

Innanzitutto, dovete chiedervi se volete un colore express o siete disposte ad attendere qualche giorno.

I prodotti in spray sono i più veloci da utilizzare e garantiscono la tintarella immediata mentre il latte corpo solitamente richiedere diverse applicazioni.

Consiglio anche di non utilizzare lo stesso prodotto sia per viso che per il corpo.  Vi sono alcuni in commercio che funzionano bene su entrambi ma io preferisco utilizzare prodotti specifici. Evitate anche di usare gli oli se avete la pelle grassa.

Il mio prodotto preferito è un classico ed è uno dei più famosi:

Procedete con il peeling prima dell’applicazione

Per evitare di ritrovarsi con le parti più scure fatte un peeling prima di applicare il prodotto che avete scelto. Concentratevi maggiormente sulle ginocchia e gomiti, soggetti di essere le parti più ruvide del corpo.

Ricordatevi di asciugare bene la pelle per non rischiare che il prodotto scivoli via. Un altro consiglio è di non depilarsi immediatamente prima. Questo è importante per non irritare la pelle con il peeling. Inoltre, serve ad evitare che il prodotto penetri nella pelle non ancora completamente rimarginata, donandovi le gambe a pois.

Cominciate dalle gambe
    1. Immaginate di applicare il prodotto dalla parte superiore del corpo… Effetto vi piace e non vedete l’ora di sfoggiare il vostro colorito al Happy hour.  Cominciate quindi dalle  gambe, non tralasciando nessuna piega per un effetto wow..

    2. Ma poi  vi raddrizzate davanti allo specchio ed ecco delle “belle” strisce bianche orizzontali sulla pancia e sul petto!
    3. Per evitare che il disastro, cominciare sempre l’applicazione dalla parte bassa del corpo
    4. Assicuratevi di avere abbastanza tempo da dedicarvi. Non dimenticate di passare anche sui piedi e tra le dita, massaggiando con cura.
    Cominciate dalle gambe
      1. Immaginate di applicare il prodotto dalla parte inferiore del corpo… L’effetto vi piace e non vedete l’ora di  sfoggiare il vostro colorito al Happy Hour.  Cominciate quindi dalle  gambe, non tralasciando nessuna piega per un effetto wow..

      2. Ma poi  vi raddrizzate davanti allo specchio ed ecco delle “belle” strisce bianche orizzontali sulla pancia e sul petto!
      3. Per evitare  il disastro, cominciare sempre l’applicazione dalla parte bassa del corpo.
      4. Assicuratevi di avere abbastanza tempo da dedicarvi. Non dimenticate di passare anche sui piedi e tra le dita, massaggiando con cura.
      non avete fretta

      Non vestitevi subito dopo l’applicazione per non vanificare il risultato. E’ consigliato di attendere almeno 1 ora e per le successive 2 evitate di sudare.

      Se non vi piace stare a casa senza vestiti, potete mettervi una vecchia maglietta larga, prepararvi un drink e godervi un pò di relax.

       Il viso

      Di sicuro nessuna di noi vorrebbe ritrovarsi con l’effetto come sulla immagine sopra.

      E’ essenziale pertanto,  applicare il prodotto  con molta attenzione.

      Insistete a massaggiare accuratamente nelle pieghe ai lati del naso, non dimenticatevi delle orecchie, il collo e anche dietro il collo. D’estate infatti portiamo spesso i capelli raccolti ed avere il collo di un colore bianco latte in contrasto con il resto  non è  ideale.

      Personalmente  aggiungo al prodotto anche un pò di  crema idratante. Così l’abbronzatura è più leggera e l’applicazione va ripetuta diverse volte ma sono sicura di non sbagliare la tonalità e ritrovarmi troppo scura.

      Pin It on Pinterest

      Share This